continua a leggere"/>

Variante PRG: la verità è scritta negli atti - MoVimento 5 Stelle Fermignano

Variante PRG: la verità è scritta negli atti

votazionetitolo

Il gruppo consiliare Partecipare ha finalmente deciso di uscire dal torpore che normalmente lo caratterizza e passare all’azione sulla questione del PRG: attaccando noi!

Risentiti della nostra descrizione dei fatti, ci accusano di aver riportato malamente la loro posizione, e di esserci distratti in sede di consiglio comunale – e, vista l’infuocata dialettica con cui hanno inchiodato la maggioranza al muro, non è da escludere un attacco di narcolessia collettiva tra il pubblico.

Ma come sono andate veramente le cose?

Analizzando la delibera del Consiglio Comunale, si osserva innanzitutto la scarsa partecipazione delle opposizioni: su quattro consiglieri di opposizione, solo Feduzi (Partecipare) e Ragnoni (Partecipare), mentre Angeli (SEL) e Genova (Partecipare) erano assenti.

Ma passiamo alle votazioni delle osservazioni, che oltre ai rilievi della Provincia sono state 54.

Prima di analizzare i voti una premessa: il voto riguarda le controdeduzioni presentate dal Comune, che in linea generale – e sempre riguardo a quanto abbiamo denunciato – significano la bocciatura quasi totale delle osservazioni. Quindi un voto favorevole alle controdeduzioni significa, in linea generale, un rifiuto delle osservazioni presentate, e viceversa.

Vediamo, quindi, come ha votato Partecipare sulle uniche tre osservazioni che menzionano Ca’ Paino/Ca’ La Vittoria, che sono i campi attorno alla passeggiata preferita dai fermignanesi:

Sulle osservazioni presentate dal PD – di cui Feduzi fa parte – che chiedevano di rivalutare i limiti dalle sponde del fiume Metauro, hanno votato a FAVORE delle controdeduzioni.

pd
Sulle osservazioni presentate da noi, che erano tutte incentrate sulla riduzione delle aree edificabili, inclusa la preservazione dell’area di Ca’ Paino e di Ca’ La Vittoria, si sono ASTENUTI.

noi capaino
Sui rilievi della Provincia, che chiedevano di lasciare intatta Ca’ Paino e di diminuire l’edificabilità per Ca’ La Vittoria hanno dato voto CONTRARIO.

provincia capaino

Durante il voto finale, quindi complessivo di tutto il nuovo PRG, si sono ASTENUTI.

votazionetitolo
Certo, sui rilievi della Provincia, che riguardavano tanti aspetti tra cui quello di Ca’ Paino, hanno espresso un voto contrario, ma leggendo le pessime controdeduzioni del Comune ci mancherebbe pure!

Da queste votazioni discordanti è evidente, quindi, che la questione di Ca’ Paino è tutt’altro che primaria per il gruppo Partecipare.

Magari questi ferrei paladini dell’ambiente hanno inserito qualche osservazione tra quelle che hanno presentato a loro nome – su cui peraltro hanno dato voto FAVOREVOLE alle controdeduzioni: il nome di Ca’ Paino o Ca’ La Vittoria non compare. In compenso si chiede di aggiungere un’ulteriore zona artigianale: ed hanno pure la faccia di spacciarsi per difensori del territorio!!

Ma se sono così interessati a salvaguardare Ca’ Paino, perché non hanno presentato nessuna osservazione a riguardo?

Mentre Partecipare pensa ad attaccare noi, nei luoghi istituzionali lasciano campo libero alla maggioranza. A parte la già citata proposta, condivisibile, del consigliere Ragnoni di far passare tramite referendum cittadino, tutte le osservazioni che hanno suscitato particolare interesse tra i cittadini, l’impressione è di assistere ad un’opposizione compiacente che non si oppone in cambio della realizzazione di qualche loro promessa elettorale.

In conclusione, ecco l’elenco delle posizione assunte da Partecipare sull’altro luogo sentito da Fermignanesi, l’ex Campo Sportivo, sulle istanze che chiedevano che fosse salvato:

Beltutti Cristina et al. chiedono che venga lasciato come verde pubblico: ASTENUTI

beltutti
Genga Marco chiede che venga lasciato come verde pubblico: ASTENUTI

genga
Gnano Bulls chiedono che venga lasciato come verde pubblico e l’attuazione del Borgo Metauro Park: ASTENUTI

gnano
Noi chiedevamo che rimanesse come verde pubblico: ASTENUTI

noi campo
Ugolini Francesco et al. chiedono che venga lasciato come verde pubblico: ASTENUTI

ugolini