continua a leggere"/>

Scioglimento gruppo Protezione Civile di Fermignano. - MoVimento 5 Stelle Fermignano

Scioglimento gruppo Protezione Civile di Fermignano.

La protezione civile, quindi la sicurezza di una comunità, è questione troppo importante per essere trattata senza la massima trasparenza e partecipazione.

L’amministrazione Feduzi ha sciolto il gruppo comunale di Protezione Civile privando di fatto Fermignano ed altri territori di un servizio essenziale.

E’ mancata una discussione in Consiglio Comunale e in ogni altra sede sulle criticità e soprattutto sugli eventuali provvedimenti che avrebbero potuto evitare lo scioglimento del gruppo.

E’ questa la ragione per cui i consiglieri dei gruppi di minoranza (Fermignano Nuova, MoVimento 5 Stelle e Piazza Aperta) hanno deciso di non partecipare al tardivo consiglio comunale convocato in seduta segreta per il prossimo 26 giugno con all’ordine del giorno “Gruppo Comunale di Volontariato di Protezione Civile. Provvedimenti”. Alla convocazione ha fatto seguito l’invio della proposta di delibera numero 27 avente ad oggetto la votazione da parte del Consiglio della “conferma del contenuto del Decreto del Sindaco”.

Questo dopo aver emanato d’imperio il Decreto Sindacale di scioglimento del gruppo datato 6 giugno, incatenato scenograficamente le porte dell’associazione e aver portato avanti in maniera inopportuna la polemica sui social.

Sul tema si sono già fatti troppi errori sia di metodo che di merito, come dimostra il passaggio tardivo in Consiglio Comunale del Decreto, resosi evidentemente necessario per legittimare e dare forza ad una decisione del Sindaco che ha suscitato sconcerto e disorientamento nell’intera cittadinanza, quando invece sarebbe stato importante e d’obbligo proporre il provvedimento al vaglio del Consiglio Comunale prima della sua adozione definitiva e non dopo la sua esecuzione.

Per ora ci limitiamo a ricordare che l’Amministrazione Feduzi aveva già predisposto una revisione del Regolamento di Protezione Civile di Fermignano con il tentativo di limitare l’autonomia associativa del gruppo nella scelta del coordinatore, iniziativa fallita per l’intervento delle minoranze che ne avevano evidenziato la non rispondenza al concetto di “democraticità” che deve essere sempre, e anche nell’associazionismo, rispettato.

Fermignano 22 giugno 2019

I Consiglieri Comunali

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.