Addio rete idrica: meglio i soldi oggi o un bene pubblico domani?

Negli ultimi anni, le risorse per i comuni sono state drasticamente ridotte al punto che oggi i sindaci sono costretti a cedere, e quindi privatizzare, pezzi importanti della loro ricchezza sociale: edifici, suolo, gestione di servizi pubblici o proprietà di beni comuni.

I sindaci e gli amministratori, sia pure con grande difficoltà, non dovrebbero difendere le loro comunità da politiche che si stanno già rivelando insostenibili?

Giovedì 01 marzo 2018, è la data che verrà ricordata per la perdita dell’ennesimo bene pubblico. Nell’ultimo Consiglio Comunale si è approvato infatti il progetto di fusione di Megas Net in Marche Multiservizi, con l’unico voto contrario del MoVimento 5 Stelle.

Ancora una scelta calata dall’alto frutto di una politica incomprensibile che vede nella monetizzazione di un bene pubblico un beneficio per la comunità e continua così a privatizzare servizi fondamentali ed essenziali per tutti i cittadini.

Megas Net era la società, a totale partecipazione pubblica, proprietaria del complesso delle reti e degli impianti dell’ex Consorzio Idrico Alto Metauro e delle reti del gas metano.

Attraverso questa operazione la proprietà non sarà più in capo ai comuni ed alla provincia di Pesaro e Urbino ma passerà direttamente in mano a Marche Multiservizi, una società gestita in maniera privatistica che segue le logiche di mercato e all’interno della quale i comuni, per primo Fermignano, possedendo quote irrisorie, non avranno più alcun potere decisionale e nessuna possibilità di controllo.

Sono tanti i soldi che Marche Multiservizi distribuirà a valanga a tutti i comuni possessori di quote. Apparentemente un ottimo affare per tutti tranne per chi perderà un bene pubblico che avrebbe dovuto difendere e preservare per il futuro, a discapito di effimeri interessi economici.

E’ importante ricordare che i soldi che prendiamo oggi con la cessione di un bene pubblico, non ripagheranno il prezzo che dovremo pagare domani per la sua perdita.

Nel Consiglio Comunale di giovedì 01 marzo 2018 l’esito della votazione per l’approvazione del progetto di fusione di Megas Net in Marche Multiservizi è stato il seguente:

Favorevoli – Fermignano Futura e Piazza Aperta
Astenuti – Fermignano Nuova
Contrari – MoVimento 5 Stelle

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.